versione mobile
versione mobile
Eventi
immagine

“Magia di un'Arte” è un grande contenitore di iniziative legate alla cultura, all'arte, alla musica e allo spettacolo in cui gli Artigiani ceramisti Derutesi, artisti nazionali ed internazionali designers e stilisti, studiosi ed esperti del mondo della cultura e dello spettacolo si incontrano, si confrontano ed animano il suggestivo e caratteristico centro storico della città trasformando Deruta in un centro internazionale di incontro tra arte ed artigianato, tra tradizione ed innovazione, tra storia e cultura.
Il progetto si inserisce perfettamente all’interno di una più ampia programmazione strategica e operativa di marketing territoriale finalizzata alla riqualificazione, valorizzazione e promozione delle eccellenze artigianali locali, allo sviluppo turistico, economico e sociale del territorio, strettamente connessa e collegata ad azioni e progetti pluriennali già avviati precedentemente riguardanti in particolare la riqualificazione, la valorizzazione e la promozione della filiera Turismo-Ambiente-Cultura (TAC) (Regione Umbria – Misura: C3 – C4), tutt’ora in corso d’opera e che coinvolgono enti pubblici territoriali e operatori privati.
Una tale ampia programmazione, sicuramente ambiziosa, ma concretamente realizzabile, nasce dalla convinzione profonda che lo sviluppo globale di Deruta, per le sue caratteristiche peculiari che l’hanno resa e la rendono famosa in Italia e nel mondo, non può prescindere dallo sviluppo congiunto del trinomio strategico turismo – ceramica – qualità della vita, all’interno di un sistema efficiente ed efficace di riqualificazione e di rilancio, nei cui meccanismi di decision making siano coinvolti direttamente tutti i protagonisti e i soggetti che compongono la collettività e che determinano la forza socio-economica locale.
“Magia di un'Arte” rappresenta, dunque, un importante strumento di marketing territoriale mediante il quale creare una nuova immagine della Città di Deruta, un nuovo “prodotto territoriale”, unico, omogeneo e ad alto livello qualitativo, che sia capace di rappresentare l’intero territorio con le sue risorse e le sue immense ricchezze e che consenta di sostenere il comparto artigianale della ceramica, che per Deruta è arte e vita, essendo stato investito, negli ultimi anni, da una forte crisi che ha ormai toccato livelli preoccupanti in particolar modo aggravato da un quadro internazionale caratterizzato da una forte recessione, dal crollo dei mercati finanziari, dalla crisi della produzione e soprattutto dei consumi.
Obiettivi di notevole consistenza raggiungibili, in primo luogo, mediante il coinvolgimento e la sensibilizzazione di tutte le forze socio-economiche locali con le quali
sviluppare nuove idee e creare i presupposti per ridare un po’ di respiro al comparto artigianale della ceramica e dunque offrire nuove possibilità per aprire le porte verso nuovi mercati.
In secondo luogo, occorre “fare sistema”, internamente alla comunità, tra tutti i soggetti coinvolti nel progetto, ovvero, artigiani, operatori turistici, operatori della ricettività, associazioni socio-culturali, enti preposti alla gestione di siti a rilevanza storico-culturale, cittadini, ecc, e, all’esterno, con altri territori limitrofi a livello Regionale e con altre “realtà della ceramica” a livello nazionale.
In conclusione, necessario è il coinvolgimento e la partecipazione dei giovani, per facilitare lo scambio intergenerazionale del mestiere, delle tecniche e delle buone prassi, e per sensibilizzare le nuove generazioni verso l’arte, la cultura, e la qualità della vita, in modo tale da poter credere nuovamente in un futuro, se non scevro da crisi e problemi, almeno più dinamico e capace di autoincentivarsi.
In questa prospettiva Deruta e la sua vocazione all’arte della ceramica rappresentano un’importante eccellenza non soltanto della Regione Umbria, in cui si evidenzia un grande valore attrattivo, ma per l’intero territorio nazionale, nell’ambito di un “made in Italy”, oggi più che mai da valorizzare e tutelare. Trattasi, dunque, di un enorme valore aggiunto che si sposa perfettamente con le eccellenze enogastronomiche, storiche, culturali, artistiche, paesaggistiche, ecc. di altri territori all’interno e fuori dei confini regionali.
La crisi che ha coinvolto anche la domanda turistica in Umbria, può essere arginata puntando ad un target nazionale ed internazionale con specifiche caratteristiche di qualità, di status sociale e di redditualità. Non a caso, la stessa tipologia di target che può e deve caratterizzare le strategie di sviluppo del comparto ceramico locale. Mercato turistico e mercato artigianale che procedono all’unisono, integrandosi e sostenendosi vicendevolmente, sulla base di una progettazione scientifica, chiara, certa, e determinata per la concretizzazione della quale è necessario lo sforzo congiunto di tutte le forze socio-economiche locali, per le quali si sta lavorando e solo attraverso cui può realizzarsi un reale sviluppo territoriale.

Mostra Michele De Lucchi Maioliche Deruta 2012
immagine Mostra Michele De Lucchi Maioliche Deruta 2012

Apertura della mostra
Michele De Lucchi, Maioliche Deruta 2012
Forme e decori sperimentali /Experimental forms and decorations

In collaborazione con Deruta - Il Borgo della creatività, Umbria Music Fest e Fondazione Guglielmo Giordano. Esposizione dei Vasi disegnati da Michele De Lucchi per Deruta e delle nature morte di Ottorino De Lucchi che ritraggono i vasi disegnati dal fratello gemello.

Deruta, Museo Regionale della Ceramica Antica,
giovedì 30 agosto
ore 18.00 apertura della mostra

Michele De Lucchi, nato nel 1951 a Ferrara, si è laureato in architettura a Firenze. Ha disegnato arredi per le più conosciute aziende italiane ed europee. Il lavoro professionale è stato sempre accompagnato dalla ricerca personale sui temi del progetto, del disegno, della tecnologia e dell’artigianato.

Michele De Lucchi was born in 1951 in Ferrara and graduated in architecture in Florence. De Lucchi has designed lamps and furniture for the most known Italian and European companies. His professional work has always gone side-by-side with a personal exploration of architecture, design, technology and crafts.

Concerto "C'era una volta...la maiolica"
immagine Concerto "C'era una volta...la maiolica"

Concerto di inaugurazione
“C’era una volta... la maiolica”
Mauro Maur alla tromba, Francoise De Clossey al pianoforte

In collaborazione con Deruta - Il Borgo della creatività e Umbria Music Fest, progetto ideato dal Maestro Walter Attanasi.

Il  programma del concerto prevede l’esecuzione dei seguenti brani:
Ennio Morricone
Bugsy, La leggenda del pianista sull’oceano, Per un pugno di dollari, C’era una volta in America, Mission.
Piero Piccioni
Incontri proibiti, Il viaggio, Amore mio aiutami.
Nino Rota
Amarcord, La Dolce Vita, I Vitelloni, La Strada, Le Notti di Cabiria, Otto e mezzo.

Deruta, Piazza dei Consoli,
giovedì 30 agosto
ore 21.00


Mauro Maur e Francoise De Clossey. Lui, virtuoso della tromba, concertista internazionale e Prima Tromba all’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma dal 1985 al 2010.  Lei raffnata musicista italo-canadese, ricercata interprete dei grandi classici americani. Insieme collaborano dal 2003 riscuotendo in tutto il mondo grandi successi di pubblico e di critica

Laboratori artistici e Ceramici
immagine Laboratori artistici e Ceramici

 Laboratori Artistici e Ceramici

Deruta, nelle botteghe artigiane e in Largo S. Francesco
da giovedì 30 agosto a venerdì 7 settembre
ore 10.00

I laboratori.Gli artigiani di Deruta hanno aderito entusiasticamente all’idea di estendere le iniziative di “Deruta Magia di un’Arte” a tutto il territorio di Deruta ed in particolare al fatto di coinvolgere aziende, laboratori e negozi presenti nel borgo.L’obiettivo è quello di far vivere la magica esperienza di realizzare una piccola opera di ceramica a tutti i visitatori che interverranno, rendendo chiunque artista per un giorno.  

Arredo Urbano a Deruta: "Deruta si veste in ceramica"
immagine Arredo Urbano a Deruta: "Deruta si veste in ceramica"

Conferenza Arredo Urbano a Deruta: “Deruta si veste in ceramica”
 tenuta dall’Architetto Enrico Da Gai

Deruta, Casa della Cultura e dell’Associazionismo
sabato 1 settembre ore 10.00 

Spiritualità e Materia
immagine Spiritualità e Materia

Spiritualità e Materia
Ex Fornace Grazia 
Deruta
2 settembre - 7 ottobre 

 Inaugurazione domenica 2 dettembre 2012
Via Biordo Michelotti n. 39 ore 18.30 
info: 349/1339086

Apertura mostra:
dal 2 al 9 settembre - dal 13 al 16 settembre - dal 20 al 23 settembre
dal 27 al 30 settembre - dal 4 al 7 ottobre

Orari di apertura della mostra:
ore 10.30-13.00  ore 14.30-18.00 
 

Spiritualità e Materia, mostra a cura di Andrea Baffoni. Sette installazioni di altrettanti artisti contemporanei all'interno dell'ex Fornace Grazia, storica fabbrica derutese, sorta fra la fine del XV e l'inizio del XVI secolo e ubicata nel centro storico della città della ceramica, oggi trasformata in spazio espositivo.
Sette, pienezza delle energie principalmente sul piano spirituale, ritorno al centro, simbolo della totalità dell'universo in movimento e di una perfezione dinamica. Al termine dello sviluppo senario trova spazio l'inedito omaggio a Vettor Pisani che, completando il settenario, apre in realtà alla mostra collocandosi, a pian terreno, all'interno della bocca principale della fornace, reinterpretata come caverna nella quale sembra riaccendersi il fuoco. Le opere dell'artista, recentemente scomparso, ci restitituscono come arte Natura Morta le immagini di quella totalità perduta.
Gli artisti: Carlo Dell'Amico, Andrea Fogli, Patrizia Molinari, Gloria Pastore, Marino Ficola e Attilio Quintili con opere ambientali collocate negli spazi dei piani superiori della fornace interpretano il mistero degli elementi, terra, acqua, aria, fuoco. Carlo Dell'Amico nella sua installazione pone due radici    contrapposte alludendo all'atto salvifico che consiste nel conoscere e più propriamente riconoscersi, prendere coscienza della propria essenza e intima natura poiche tutte le opere passano prendendosi la loro fine come se non fossero mai esistite. Andrea Fogli installa una serie di quattro sculture ed alcuni disegni che esaltano il valore della terra come elemento metamorfico di creazione e una serie di isole misteriose tra cui una sorprendente isola-fornace che parlano del mito e del simbolo. Gloria Pastore interpreta l'essenza dell'ambiguità materica attraverso il richiamo all'androginia ed al mistero del colore nero, che caratterizza la sua opera rendendola illusoria e concreta al tempo stesso. Patrizia Molinari, si rifà alle stelle e al cosmo attraverso un'installazione luminosa che coinvolgendo l'intero spazio espositivo in cui viene presentata coinvolge lo spettatore portandolo all'interno dell'opera e del principio spaziale ad essa connesso. Marino Ficola, presenta una video installazione dove egli stesso opera richiamando il valore ancestrale del nostro essere civile in rapporto all'arte ed al mistero animale che origina la nostra stessa esistenza di uomini. Attilio Quintili, presenta un'installazione concettuale con rimandi alla materia grezza della terra, in rapporto alla spiritualità del nostro essere connessa a principi cristologici, venati di rimandi all'essenza terrena in cui normalmente si innestano. 
La rassegna è corredata da un catalogo contenente il saggio critico del curatore,  una lettera di Mimma Pisani del 4 giugno 2012, dedicata al marito Vettor e uno scritto di Don Elio Bromuri, Il soffio divino nell'arte: un invito alla riflessione per chi normalmente ritiene sufficiente soffermarsi ai dati immediati, esteriori, di un'opera d'arte, rimanendo così imprigionato nella sfera del sensibile, condizione dalla quale si può uscire solo percependo il soffio divino dell'ispirazione che trasfigura l'opera d'arte, rendendo libero il soggetto di coglierne il segreto messaggio. L'ispirazione appartiene alla sfera della creatività propria dell'uomo artefice di novità ad immagine e somiglianza del divino Artefice dell'universo. Le immagini delle installazioni fotografate in situ sono di Gianfranco Tomassini.

 

Giochi del Palio della Brocca
immagine Giochi del Palio della Brocca

Giochi del Palio della Brocca

Deruta, Paizza dei Consoli, 
domenica 9 settembre 
ore 15.00

La Corsa delle Brocche si inserisce all’interno di una rievocazione storica molto suggestiva e fortemente radicata nella cultura popolare locale nel senso di identità e di appartenenza al territorio di Deruta, alla sua cultura e alla sua storia. All’interno di un’atmosfera di altri tempi, il valore e l’arte della ceramica divengono parte integrante della vita quotidiana, in particolare di quella nobile in cui ai preziosi manufatti era legato il concetto di ricchezza e di distinzione. In questa iniziativa, dunque, l’arte della ceramica, si unisce in una magica combinazione, a ricostruzioni storiche, costumi d’epoca, dame, cavalieri e popolani.

Inaugurazione Magia di un'arte 2013
immagine Inaugurazione Magia di un'arte 2013

Venerdì 30 Agosto
Ore 17.30 Sala Consiliare del Comune di Deruta Piazza dei Consoli

Saluto del Sindaco Alvaro Verbena e delle Autorità presenti

Ore 18.00 Inaugurazione
“Area archeologica delle fornaci San Salvatore” Museo Regionale della Ceramica di Deruta

Interverranno:
- Dott. Mario Pagano Soprintendente per i Beni Archeologici dell’Umbria
- Architetto Enrico Da Gai
- Archeologo Sergio Occhilupo
- Prof. Giulio Busti Conservatore del Museo Regionale della Ceramica di Deruta

Ore  19.30 Inaugurazione Mostra “Piccole sculture in ceramica dai depositi del museo 1930-1950”
Ore  20.00 Cocktail di apertura
Ore  21.00 Concerto inaugurale “Opening my heArt ” Sarah Minciotti e Simone Gubbiotti   

 

"Deruta si veste in ceramica"
immagine "Deruta si veste in ceramica"

Sabato 31 Agosto
Ore  10.30 Presentazione progetto esecutivo “Deruta si veste in ceramica”
Casa della Cultura e dell’associazionismo - Deruta

Saluto del Sindaco Alvaro Verbena

Arch. Enrico Da Gai “Il regolamento per l’arredo urbano di Deruta”

Silvano Rometti Assessore Regionale Riqualificazione urbana: “La riqualificazione urbanistica all’interno del PUC 3”

Stefano Virgili Assessore Comune di Deruta Politiche di riqualificazione dei centri storici - Arredo urbano: “Il Progetto Deruta si veste in ceramica: stato dell’arte e prospettive future”

 

Liceo Magnini IN...vetrina
immagine Liceo Magnini IN...vetrina

Giovedi 5 settembre
Ore  10.00 Inaugurazione mostra “Liceo Magnini in… vetrina” - Deruta, Chiesa S.Antonio alla presenza delle Autorità.

Saluto del Sindaco Alvaro Verbena

Interventi:
- Dott. Lucio Raspa Dirigente scolastico del Liceo Artistico A.Magnini
- Prof. Massimo Boco Vicepreside
Donatella Porzi Assessore Provinciale Attività Culturali e Sociali, Politiche giovanili, Pubblica istruzione

Conclusioni:
- Carla Casciari Assessore Regionale all’Istruzione e sistema formativo integrato, Diritto allo studio, Edilizia scolastica

 

 

"La Ceramica MADE in Umbria"
immagine "La Ceramica MADE in Umbria"

Ore 17.00 Seminario Progetto Regionale Ceramica Artistica “La Ceramica MADE in Umbria” presso Museo Regionale della Ceramica di Deruta

Saluto e presentazione del Sindaco di Deruta Alvaro Verbena

Moderatore Dott. Franco Billi Dirigente Servizio Politiche per il credito e internazionalizzazione delle imprese. Regione Umbria.

Presentazione del progetto “La Ceramica MADE in Umbria”

Relatori
Dott.ssa Antonella Jacoboni Università degli Studi di Perugia Docente di merceologia Facoltà di Economia e Commercio “La ceramicaMADE in Umbria: uno sguardo all’internazionalizzazione”
Industrial Design Elisabetta Furin - Docente dell’Istituto Italiano Design
“Il concept del progetto: La ceramica MADE in Umbria”
- Dott. Massimiliano Tremiterra Direttore Centro Estero Umbria - “Attività di supporto al settore della ceramica del Centro Estero Umbria”
- Dott. Giovanni Tarpani Servizio Comunicazione Istituzionale Regione Umbria “La ceramica: un asset strategico per il brand Umbria”
Dott. Luigi Rossetti Regione Umbria Coordinatore ambito imprese e lavoro “La ceramica nelle politiche di sviluppo della Regione Umbria”

Presentazione del progetto del Comune di Deruta coerente e collegato
“Deruta il Borgo della Creatività”: “Arte, Innovazione & Design per la ceramica” a cura dell’Assessorato alla Cultura, artigianato, turismo.

Relatori
Dott. Antonio Guaitini Partner A+
Ing. Andrea Margaritelli Fondazione Giordano
Prof. Massimo Boco Vice Preside Liceo Artistico A. Magnini Deruta

Dibattito Aperto

Conclusione dei lavori

Vincenzo Riommi
Assessore Regionale allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive